Con una lettera del cardinale vicario, pubblicata il 19 novembre 2019, si dà notizia del pellegrinaggio in Libano, riservato ai sacerdoti della diocesi di Roma, che si terrà dal 13 al 18 aprile 2020. “Sarà l’occasione per vivere un’esperienza di fraternità e di contatto – ricorda il cardinale Angelo De Donatis – con una terra legata al Vangelo e un popolo che è chiamato a vivere una situazione unica ed estremamente interessante. Come l’anno scorso in Russia anche in questa occasione ci farà da guida la Prof.ssa Michelina Tenace”.

Per le adesioni ci si può già rivolgere agli uffici dell’Opera Romana Pellegrinaggi, in via della Pigna 13/a o in Vicariato. Il costo totale del viaggio ammonta a 1000 euro e per l’acconto si dovranno anticipare 500 euro. La camera singola ha un supplemento di 200 euro. Per informazioni più dettagliate si può telefonare allo 06698961.

Si partirà alle 11.55 dall’aeroporto di Fiumicino per arrivare a Beirut alle 16.10 del 13 aprile 2020. Il giorno seguente si visiterà la valle di Nahr al-Kalb, a Jeita, per vedere alcune grotte calcaree carsiche. Poi si partirà per Byblos, l’antica città cananea sulla costa del Libano, e nel pomeriggio sarà la volta della chiesa romanica di San Giovanni Battista e del vecchio porto.

Il 15 aprile la meta mattutina sarà la casa natale di Khail Gibran a Bcharre. Nel pomeriggio è prevista la discesa nella Valle Qadisha, una profonda gola creata dal fiume omonimo, laddove sono ospitati alcuni degli insediamenti monastici cristiani più importanti del Medio Oriente. Il 16 aprile si partirà per Baalbeck, per visitare le monumentali rovine di alcuni templi romani del II e III secolo d.C. Poi si proseguirà per Anjar, per visitare il complesso architettonico di epoca omayyade. Il 17 aprile è previsto l’incontro con il patriarca maronita a Bkerke, seguito dalla visita di Beirut. Il rientro a Roma è fissato per le 7 del 18 aprile.